News

24.04.2014

Risultati consolidati del Gruppo Argo al 31 Dicembre 2013

Il mercato mondiale dei macchinari agricoli ha chiuso il 2013 in lieve crescita e, salvo rischi deflattivi, le attuali performance del settore dei prodotti agricoli nelle principali aree del mondo lasciano ipotizzare investimenti per l’acquisto di attrezzature agricole ed operatrici.
Stati Uniti, Latin America e Paesi in via di sviluppo hanno segnato buone performances, mentre il mercato dei trattori in Europa nel 2013 ha registrato una flessione del 5%.

E proprio l’Europa, che rappresenta il 50% del volume d’affari di Argo e che ha influenzato in maniera decisa i risultati del 2013, potrebbe condizionare le prospettive per il 2014 ma, grazie alle nuove famiglie prodotto in fabbricazione da quest’anno, si potrà annullare l’effetto negativo del trend di mercato aprendo nuove opportunità.

I ricavi di Argo si sono attestati nel 2013 a 480 milioni di Euro, in incremento rispetto ai valori espressi nel 2012, nonostante le difficoltà economico-finanziarie riscontrate nei mercati di riferimento. L’andamento dei volumi di vendita del 2013 ha permesso poi ad Argo il sostanziale mantenimento della quota di mercato globale trattori grazie alla buona performance commerciale in Africa, America Latina, Asia e Nord America.
Nell’anno 2013, il gruppo ha conseguito ricavi di vendita per il 15,5% sul mercato italiano e per l’84,5% sui mercati esteri, a conferma delle caratteristiche di forte esportatore.

L’EBITDA ha raggiunto i 47,6 milioni di euro (43,8 nel 2012), il risultato ante imposte 2013 si è attestato a 21,6 milioni di euro (17,3 nel 2012) a dimostrazione di come la gestione caratteristica abbia creato valore.

Le politiche di prodotto ed i nuovi processi produttivi in corso d’implementazione negli stabilimenti di Fabbrico, San Martino in Rio e Luzzara contribuiranno a ridurre le dispersioni, a migliorare la produttività e, conseguentemente, a rendere più efficienti le strutture dei costi.
Lo scenario economico 2014 si presenta ancora complesso e variabile, tuttavia l’azienda è impegnata nell’avvio di produzioni delle nuove gamme da campo aperto presentate alla fiera di Hannover a Novembre 2013, dove hanno raccolto plausi e consensi unanimi. Queste macchine contribuiranno all’incremento dei volumi e alla crescita dei risultati aziendali.

Siamo certi quindi che i nostri sforzi mirati continueranno a farci meritare la fiducia del mercato garantendoci un futuro da protagonisti.